Abruzzo: bando per l’efficienza energetica 

Dopo la Basilicata e il Trentino-Alto Adige con la città di Bolzano, adesso anche la Regione Abruzzo si muove nella promozione della sostenibilità e dell’impiego delle fonti alternative in Italia con un bando.
Il bando, aperto circa 2 settimane fa, andrà a finanziare gli interventi di efficientamento energetico e l’incremento dell’impiego di fonti di energia rinnovabili, da parte delle imprese abruzzesi.

Bando Abruzzo: a chi si rivolge?

Il bando promosso dalla Regione Abruzzo, che rientra nella programmazione che disciplina il POR FESR 2014-2020, si rivolge a tutte le medie, piccole e micro imprese del settore privato, situate sul territorio abruzzese.

Le domande per partecipare al bando, e rientrare così nella lista di coloro che accederanno ai finanziamenti, sono aperte dall’11 gennaio e il termine è previsto alle ore 12 in punto del 26 febbraio. Per inoltrare le richieste di finanziamento, le imprese interessate dovranno utilizzare esclusivamente questa piattaforma telematica.
Qualunque richiesta inviata attraverso canali differenti o oltre il termine previsto, non verrà presa in considerazione dalla Regione.

Gli interventi incentivati dal bando

Gli interventi disciplinati dal bando in questione riguarderanno due tipologie di interventi di efficientamento energetico:

  • efficientamento dei sistemi produttivi. Un esempio? Gli interventi specifici per la riduzione dei consumi elettrici o termici;
  • efficientamento delle strutture. Si riferisce, ad esempio, alla sostituzione degli impianti alimentati da pompe di calore.

Il finanziamento disposto dal bando regionale copre tra il 40% e il 55% dei costi ammissibili sostenuti, rispetto ai due tipi di interventi visti sopra. La dotazione del bando ammonta complessivamente a 8 milioni di euro. Il valore sarà probabilmente ripartito in maniera differente a seconda della grandezza dell’impresa, come per il bando della Regione Basilicata.

Nel caso in cui voleste approfondire i termini e la regolamentazione del bando della Regione Abruzzo, potete cliccare su questo link.