Blue Economy: cosa è e quali vantaggi porta?

I modelli economici tradizionali hanno dimostrato di avere dei limiti, quindi abbiamo bisogno di un’alternativa: la blue economy.

Cosa è la Blue Economy?

Per alcuni la blue economy è un’evoluzione della green economy: infatti la green Economy pensata per conciliare lo sviluppo economico con la tutela ambientale promuovendo comportamenti più eco-compatibili, riducendo le emissioni di CO2 e l’inquinamento, e raggiungendo l’efficienza energetica.

La Blue Economy rappresenta un passo ulteriore: mentre la green economy prevede la riduzione di CO2, la blue economy mira a ottenere zero emissioni.

Il concetto di Blue Economy è stato ideato da Gunter Pauli, fondatore di Zero Emissions Research Initiative, una rete internazionale di scienziati, studiosi ed economisti che si occupano di trovare modi di produzione e di consumo a minor impatto ambientale.

La Blue Economy è un nuovo modello di business globale dedicato alla creazione di un sistema sostenibile grazie alla trasformazione di sostanze, precedentemente sprecate, in risorse.

Ispirarsi alla natura

La Blue Economy si ispira all’ambiente: in natura non vi sono crisi, rifiuti o sprechi. Ognuno fa la propria parte, tutto si ricicla continuamente e il sistema è resiliente, ovvero è capace di adattarsi ai cambiamenti.

La Blue Economy punta all’innovazione, a modelli produttivi basati sul riciclo e sulla circolarità. Nulla è sprecato e tutto viene riutilizzato. Questo processo vuole ottenere il duplice vantaggio di generare meno rifiuti e di non sprecare gli scarti prodotti.

Nell’idea di sviluppo sostenibile viene introdotto il concetto fondamentale dell’equilibrio tra l’uomo e l’ecosistema, cioè il consumo delle risorse naturali non deve essere superiore alla loro velocità di rigenerazione.

A favore delle generazioni future

La blue economy inoltre non ostacola le possibilità di crescita delle generazioni future, avendo cura del patrimonio naturale e dei suoi limiti.

L’obiettivo della blue economy non è di investire di più nella tutela dell’ambiente ma di salvaguardare l’ambiente naturale e dare nuova forma alle nostre economie.

Possiamo concludere dicendo che in definitiva, la blue economy parte dai presupposti di rispetto, salvaguardia, no sprechi e riciclo.

2017-12-17T12:16:14+00:00
- INFORINNOVABILI.IT -

OTTIENI PREVENTIVI GRATUITI

close-link