Fotovoltaico e contatori: conosci la loro importanza?

Oggi torniamo a parlare di fotovoltaico affrontando l’argomento dei contatori. Molto spesso chi decide di risparmiare sulla propria bolletta elettrica attraverso l’installazione di un impianto fotovoltaico, non ha poi idea di come si possa quantificare l’energia prodotta, autoconsumata, immessa o prelevata dalla rete nazionale.

Come misurare l’energia prodotta dal fotovoltaico

Gli strumenti che consentono di misurare e pertanto dare chiarezza sono due contatori:

  • uno “a monte” della rete domestica;
  • uno a ”valle” della rete domestica.

Caratteristiche dei contatori

Il contatore posto “a monte”, anche detto di produzione, permette di conteggiare tutta l’energia che il nostro impianto fotovoltaico produce. L’energia prodotta può andare sia verso le utenze domestiche, sia verso le batterie di accumulo, oppure verso la rete nazionale esterna.

Nel caso in cui, invece, la direzione della corrente prodotta sia quella esterna il contatore “a valle”, detto anche bidirezionale o di scambio, è in grado di misurarne la quantità.

Quest’ultimo contatore permette anche di misurare le immissioni e i prelievi, cioè l’energia prodotta in surplus. L’energia che non viene autoconsumata, è immagazzinata, in seguito immessa nella rete esterna e infine, dalla stessa vengono prelevati i kW necessari.

Come calcolare l’energia autoconsumata?

Quindi come possiamo calcolare, per mezzo dei contatori, la quantità di energia autoconsumata? L’auto consumo si può facilmente calcolare sottraendo da tutti i kWh prodotti (primo contatore) i kWh immessi in rete (secondo contatore).

Facciamo un esempio: il contatore di produzione indica che il mio impianto fotovoltaico da 3 kWp ha prodotto 2.700 kWh e il contatore di bidirezionale riporta 1250 kWh immessi in rete. Pertanto il mio autoconsumo sarà di 1.450 kWh.
Se ipotizziamo che il costo medio dell’energia in bolletta è di 0,25 €/kWh, il risparmio generato dall’impianto sarà quindi di 362,50 euro.

Come possiamo vedere dall’esempio, i benefici che derivano dall’installazione di un impianto fotovoltaico si traducono sia in risparmio energetico (da utilizzare all’occorrenza), sia in risparmio economico.

Se state pensando di installare il fotovoltaico nella vostra abitazione o azienda, vi invitiamo a utilizzare il nostro motore di ricerca di preventivi personalizzati, che vi fornirà le tariffe più vantaggiose nella vostra zona.