L’agricoltura urbana può produrre il 10% dell’alimentazione globale

Sapevate che l’agricoltura urbana ha un peso importante nella produzione alimentare globale?

La ricerca dell’Arizona State University

L’informazione arriva da una recente analisi, che è stata pubblicata sulla rivista Earth’s Future e condotta da un team internazionale coordinato dall’Arizona State University.

La ricerca in questione ha indagato sul potenziale globale dell’agricoltura urbana: è stata realizzata una mappatura grazie alle immagini satellitari di Google Earth, incrociate poi con alcuni dati demografici e meteorologici.

Agricoltura urbana a sostegno del fabbisogno alimentare globale

Secondo gli esperti, se l’agricoltura urbana venisse implementata nelle città di tutto il mondo, consentirebbe di produrre fino a 180 milioni di tonnellate di cibo all’anno. La cifra rappresenta circa il 10% della produzione globale di legumi, radici, tuberi e colture orticole.

Matei Georgescu, professore di scienze geografiche e urbanistica presso l’Arizona State University, ha dichiarato: “Non solo l’agricoltura urbana può rappresentare una quota importante della produzione alimentare globale, ma presenta una serie di benefici collaterali, a partire dagli impatti sociali”.

Dato l’ottimo risultato raggiunto, i ricercatori dell’Arizona State University sperano di incoraggiare altri scienziati e personalità influenti a prendere sul serio l’agricoltura urbana, intesa come strumento valido a favore della sostenibilità delle filiere e delle politiche ambientali.

Altri benefici dell’agricoltura urbana

La ricerca prende, infatti, in esame anche i servizi ecosistemici associati alla coltivazione nelle aree cittadine. Questo si traduce in una serie di elementi:

  • riduzione dell’effetto isola di calore;
  • deflusso delle acque piovane;
  • fissazione dell’azoto;
  • controllo dei parassiti;
  • risparmio energetico.

Se presi insieme, questi benefici appena visti rendono l’agricoltura urbana un settore che vale circa 160 miliardi di dollari all’anno.

C’è comunque da precisare, come chiariscono anche i ricercatori dello studio, che l’agricoltura urbana non sfamerà il mondo intero da sola. Ciò che bisogna comprendere è, invece, che il capitale naturale nelle città può essere non solo migliorato e incentivato, ma anche contribuire a generare benefici alimentari e non per tutti i cittadini.

2018-03-31T15:22:32+00:00
- INFORINNOVABILI.IT -

OTTIENI PREVENTIVI GRATUITI

close-link